UNO SGUARDO AL SOL LEVANTE

Proviamo a partire per un piccolo viaggio verso un altro mondo,per conoscere un modo diverso di utilizzare i fiori. Il Giappone nato dal più antico impero cinese;successivamente isolandosi, ha sviluppato un approccio al mondo floreale unico. Impero dei segni e dei simboli,della stilizzazione e dell’essenziale.

La base è il mondo naturale,il rispetto del mutare delle stagioni e della natura,con le sue forme e i suoi materiali spontanei:il tutto elaborato in forme cerimoniali,stemperate nel tempo e nei gesti.

Il fine è raggiungere, tramite una via evocativa,un profondo rapporto di simbiosi con la natura.

Grande è la differenza con l’occidente ove gli elementi naturali pur nella loro valenza simbolica(la melagrana,il giglio,la rosa,il grano)hanno in prevalenza un uso decorativo.

Base compositiva sono le scuole Ikebana che stabiliscono le forme:la scelta del vaso,la scelta degli elementi naturali,da combinare logiche armoniche,proporzioni,voluti squilibri e tensioni. Il fine è dare come in un sonetto un ritmo di percezione suggestiva di un fugace momento di una stagione.

Il luogo ove si somma tutto questo è la casa del . Nella casa del tè vivono tutti questi equilibri.

Di fronte a pannelli decorativi e poesie, una composizione chabana fa da ponte per un immersione in un attimo di natura.

Il rappresentante più all’avanguardia di questa tradizione (portata all’eccesso!) Azuma Makoto e Kaju Kenkyusho.

Che uso possiamo fare di questi suggerimenti? Un po’ di pulizia,di aria,di senso delle stagioni in corso,di pace,di poco una essenziale ogni tanto da respiro.

Stato d’animo: avvicinarsi il più possibile nelle armonie naturali.

Colori: rigorosamente quelli naturali di stagione.

Materiali: terre e ceramiche poco decorate.

E la prossima volta ci guarderemo in casa, in Italia.

 

UNO SGUARDO AL SOL LEVANTE

| Azuma Makoto, Kaju Kenkyusho, Uncategorized |
About The Author
-