LA FORESTA E LA MODA “SOSTENIBILE”

Presentata nel padiglione delle Scintille della vecchia Fiera di Milano, dove Stefano Pilati ha trasformato la passerella di Milano Moda Uomo 2015 in un fitto bosco, la collezione uomo Autunno-inverno 2015-2015 di Ermenegildo Zegna che ha mostrato un mood strettamente legato alla natura e a una moda ecosostenibile.
Anche in questo strepitoso evento c’è lo zampino del Team RATTIFLORA. Dieci giorni di duro lavoro, dalle prime ore del mattino a tarda sera, per trasformare uno sterile contenitore, un freddo e dismesso padiglione in una vera e propria foresta.
Oltre a 3000 metri quadrati di allestimento, quasi 1000 metri di verde, dal sottobosco di muschio, felci e prato ad altezze monumentali come pini, cipressi, canfore che raggiungono i 10 metri di altezza.
Il modello di Ermenegildo Zegna strizza l’occhio all’uomo giurassico: immerso nel verde lussureggiante, i suoi vestiti sembrano fatti apposta per interpretare l’atmosfera cangiante della foresta. I tessuti opachi risaltano grazie a capospalla baluginanti, frutto della sperimentazione dello stilista Stefano Pilati. Alcuni di essi hanno le maniche troncate con delle aperture poco sotto il gomito, mentre l’orlo dei pantaloni è arrotolato a mano o come sdoppiato in due lunghezze.
Il concetto che si declina e che emerge dall’intera sfilata è quello di rendere la moda SOSTENIBILE sia dal punto di vista concettuale che ambientale. Fibre naturali, lunghi maglioni in cachemire dalle forme morbide e dai volumi importanti. Il tutto, aiutato dai colori (grigio, marrone, nero) che sono sempre turbati da inserimenti di altri toni, quasi a replicare le sfumature naturali dei colori percepiti alla luce del sole e all’ombra delle foglie degli alberi.
Ed è proprio così che le foglie e le gemme di camelia e rododendri prendono forma con l’uso delle luci violacee e azzurre che vibrano tra le fronde e tra i rami verdi.
Il messaggio (al quale ci uniamo come RATTIFLORA!) è quello di portare l’uomo ad una maggiore coscienza di sé e del ruolo che ricopre verso un mondo sempre più globalizzato ignaro e noncurante delle rovine provocate dalle sue stesse volontà.
E così gli ospiti vengono catapultati in un atmosfera pluviale, con la natura manifesta nelle sue forme più arcaiche…con il profumo del muschio e l’odore della terra sulla passerella.
È questa la #MFW2015 (Milano Fashion week 2015) per Ermenigildo Zegna Couture.

LA FORESTA E LA MODA “SOSTENIBILE”

About The Author
-