ELEGANZA E NOBILTÀ IN GIARDINO …

L’AMAMELIDE (Hamamelis Spp.)

In questi mesi invernali il giardino conserva comunque intatto il proprio fascino, ma è un fascino particolare, da capire e da saper cogliere…
Passeggiare in un giardino, d’inverno, è un motivo di meditazione e la possibilità unica di una lenta introspezione.

La natura, in questa stagione, offre solo all’apparenza immutabilità e lentezza, ma non è così..
Le piante si stanno già muovendo silenziosamente e si stanno preparando ad una nuova stagione, la loro vita è in atto… addirittura per alcune questa è la stagione della fioritura!
La nostra attenzione oggi si rivolge in particolare ad un arbusto che ha deciso di farsi notare, con il suo fascino discreto e nobile, quando tutti gli altri si presentano invece davvero poco o del tutto privi di significati, l’amamelide.

Il genere Hamamelis comprende più specie, tutte accumunate dal fatto di essere arbusti a foglia caduca, di avere uno sviluppo globoso variabile, a più fusti, comunque mai superiore ai 4/5 metri ma soprattutto dalla particolarità di avere una appariscente e profumata fioritura invernale.
Gli Hamamelis fioriscono in pieno inverno, quando sono completamente spogli; particolarmente scenografico è il contrasto tra i fiori gialli e profumati con la presenza di neve sui rami fioriti ed al suolo.

E’ un arbusto da collocare e dimenticare in angoli particolari del giardino, in posizioni di secondo piano, dove possa apparire e sorprenderci per poi scomparire durante la stagione estiva dove, pur avendo una bel portamento (se non potato drasticamente!!!), risulta essere neutro.
Questa pianta vuole esposizione di pieno sole, terreno fresco e profondo, organico e non argilloso. Non necessita di particolari cure e molto raramente risulta essere attaccato da parassiti. Viene consigliato per giardini di media dimensione.
Esistono molte specie di Hamamelis tra le quali vogliamo ricordare la virginiana, piuttosto vigorosa, la vernalis, di dimensione contenuta e dalla fioritura più scura quasi arancione, e la mollis, di origine cinese e dallo sviluppo molto significativo, fino a 6/8 m. Esistono inoltre molti ibridi.

Una ultima particolarità, che rende questo vegetale ancora più interessante, sono le significative qualità erboristiche dell’Hamamelis. Dalla corteccia si estraggono infatti sostanze tanniche, mucillagini e flavonoidi utilizzati in erboristeria per produrre preparati astringenti, emostatici, vasocostrittori e antisettici.

ELEGANZA E NOBILTÀ IN GIARDINO …

About The Author
-