CURARSI CON LE ERBE…dalla “D” alla “Z” !

CURARSI CON LE ERBE…dalla “D” alla “Z”
L’estate si avvicina sempre più ed è ora di dire BASTA a quel senso di stanchezza o di affaticamento che ci perseguita…o a quella piccola eruzione proprio al di la del tuo naso.
Ecco, quindi, che proseguiamo con il nostro piccolo e pratico prontuario di medicina naturale, in cui si possono trovare semplici rimedi naturali utili a curare o, per lo meno, ad attenuare i disturbi più leggeri e comuni.
DIGESTIONE
Mangiate arancia, carciofo, covolo, finocchi, melissa, menta, orzo, piselli, pompelmo, porro, prezzemolo, sedano, uva e zafferano.
Infuso digestivo: Miscelare in parti uguali fiori di camomilla, semi di finoccgio, foglie di melissa, foglie di menta e bacche di ginepro. Mettere un cucchiaio di miscela in infusione in una tazza d’acqua molto calda per dieci minuti.
Filtrare e bere amara dopo i pasti.

ECZEMA
Bollire 20 g. di radici di carlina in 1 litro di acqua per dieci minuti. Due tazze al giorno. In alternativa, preparare un decotto di Veronica: bollire 30 g. di pianta in 1 litro di acqua per dieci minuti. Fare degli impacchi da posare sulle parti infette.

FORFORA
Infuso di castagno: lasciare in infusione 60 g. di foglie di castagno in 1 litro d’acqua bollente. Applicare il preparato freddo sul cuoi capelluto come una lozione, utilizzando un batuffolo di cotone (in alternativa utilizzare il prezzemolo tritato in infusione).

FORUNCOLI
Impacco di Sedum (porre 5 g di fiori in 1 litro d’acqua. Eseguire dei lavaggi o applicare delle compresse imbevute di infuso sulle zone interessate. Questo infuso è ottima anche per ascessi, mastiti e ustioni).

GENGIVE
Gengive gonfie nei bambini: strofinare con delicatezza un po’ di zafferano puro oppure una mistura di polvere di zafferano e miele.

INSONNIA
Decotto di luppolo: bollire 30 g. di infiorescenze in un litro di acqua per tre minuti, filtrare quando il liquido è intiepidito. Una tazza prima di coricarsi.

NEVRALGIA
Decotto misto: mescolare un cucchiaio di fiori d’arancio, una di foglie di menta, uno di asperula e un pizzico di radice di valeriana. Bollire un cucchiaio da minestra di miscela in ¼ di litro d’acqua per tre minuti, quindi filtrare. Sorseggiare a piccole dosi, di tanto in tanto, durante il giorno.

RUGHE
Lavare bene il viso, spalmare succo e polpa di arancio sull’epidermide e far riposare per 15-20 minuti. Sciacquare e tamponare con un asciugamano morbido.
Decotto di malva: sobbollire su fiamma bassa 120 g di malva fresca sminuzzata in 80 g d’acqua insieme con 150 g di burro, fino a quando tutta l’acqua sarà evaporata. Filtrare bene usando una garza sottile. Lavare accuratamente il viso e spalmare sulla pelle l’emulsione massaggiando con cura.

TOSSE
Infuso di basilico: lasciare in infusione 20 g di sommità fiorite e di foglie in un litro di acqua molto calda per dieci minuti. Tre tazze al giorno lontano dai pasti.

VARICI
Decotto di ippocastano: bollire 40 g di corteccia secca di rami giovani in un litro di acqua per dieci minuti. Due tazze al giorno a settimane alterne.
Infuso misto: mescolare salvia, tormentilla ed equiseto in parti uguali, quindi lasciare in infusione un cucchiaio da dessert della miscela per quattro minuti in una tazza d’acqua molto calda. Bere due volte al giorno, la mattina e la sera.

CURARSI CON LE ERBE…dalla “D” alla “Z” !

| Uncategorized |
About The Author
-